Formazione 12 -17 anni

 

aaa

INVITO all’AZIONE , GESTO, MOVIMENTO, AZIONE.

Corso di formazione attraverso la pratica danza contemporanea

Per informazioni scrivere a Roberta.zerbini@selenecentrostudi.it

Il corpo, “carta carbone” del nostro vivere sociale, rappresenta nel passaggio adolescenziale un fondamentale tassello della metamorfosi naturale che i ragazzi devono affrontare; numerose le necessità che vengono espresse ed impresse proprio su questo tessuto che assorbe e rilascia i segni del passaggio.

Noto l’abbandono da parte dei ragazzi riguardo le attività sportive e motorie che normalmente praticano in età infantile (40% adolescenti tra 13-14 anni interrompono la pratica dello sport, censimento 2012 società italiani di pediatria) ed altrettanto noto l’importante ruolo che investe, nello sviluppo corretto della persona, l’approccio alla propria emotività; ne risulta fondamentale, come sostegno all’età adolescenziale e pre-adolescenziale, un lavoro in ambito corporeo, dove per corpo s’intende l’unicità di corpo, mente ed emozioni.

Le necessità dei ragazzi cambiano, così l’impiego del loro tempo libero ed il loro rapporto con il corpo. In questa delicata fase si inserisce la necessità di creare interessi attorno a discipline e attività che li portino al centro del loro stesso cambiamento, l’adolescenza fase estremamente individualistica ha bisogno di essere condotta con equilibrio tra il cambiamento di se e la relazione con gli altri, società, mondo.

L’abbandono delle attività motorie è spesso legato al cambiamento del rapporto con il proprio corpo, occorre proporre discipline che non abbiano come obiettivo il risultato agonistico o nel campo della danza quello del virtuosismo, ma che siano in grado di rappresentare una via, uno strumento per una crescita armonica tra corpo, mente e anima. Linguaggi corporei e di movimento che sappiano dialogare sia con una tecnica formativa, per consegnare “benessere” , sia con la creatività individuale e personale che risponde al bisogno individualistico tipico dell’adolescenza; non per ultimo che rilevino e gestiscano la poca e sommaria abitudine a relazionarsi con il proprio mondo emotivo interiore.

Passione/Bellezza/Comunità tra parole cardine per aiutare i giovani a percorrere la difficile strada della crescita, sono elementi sostanziali del progetto.

Nel territorio poche sono le azioni volte a questo scopo, molte attività, corsi, e cicli di lezioni sono organizzati direttamente dagli istituti scolastici nelle ore pomeridiane, ma solitamente rispondono a logiche di mercato quindi bassi costi e bassa qualità e a catturare l’attenzione dei giovani con discipline “alla moda” anche se vuote di contenuti, un paio di esempi espliciti: per quanto riguarda la danza è sovente vedere nelle scuole secondarie di primo ordine corsi di un paio di mesi di danze per partecipare alle “Olimpiadi della Danza” una contraddizione in termini che andrebbe abolita proprio nei contesti dove le parole prendono significati, la danza NON è uno sport e non ha come finalità quella competitiva. .

Questi sono piccoli esempi di come bisogna cominciare a progettare azioni per gli adolescenti partendo da contenuti e non rincorrerli con eventi “luccicanti”;i giovani come si evince dalle parole di  Gustavo Pietropolli Charmet “sono molto etici, s’impegnano sul piano della narrazione di sé, mostrano una grande capacità di ricognizione della loro mente. A dispetto delle apparenze, sono affettivi: ad esempio, la loro vita di coppia è molto più evoluta di quella degli adolescenti di un tempo, hanno un livello di autonomia reciproca elevato, non coltivano eccessivamente il sentimento della gelosia, magari hanno smarrito il senso della grande passione amorosa, onirica, a vantaggio però di una certa pacatezza e stabilità. Soprattutto hanno introdotto una pariteticità reale tra maschile e femminile che senz’altro avrà una ricaduta sui loro rapporti più maturi, sulla genitorialità futura, sulla vita familiare e nei rapporti con i figli… A me non sembra poco”

Per avere informazioni scrivete a Roberta.zerbini@selenecentrostudi.it. le iscrizioni si accettano dopo un colloquio a partire dal 7 di Settembre.

Da 25 anni proponiamo due discipline che partono dal corpo per consegnare una via di relazione con il sé, con la propria natura unitaria di corpo, mente e cuore e con il mondo. Parliamo di danza contemporanea . Discipline che uniscono una pratica composta da tecnica e creatività, individualità e collettività, disciplina e libertà. Sono vie per la crescita continua dell’individuo non si limitano a imporre conoscenze ma a creare attenzione e sensibilità alla forma e al contenuto in egual misura, , discipline che uniscono gli opposti, integrano i codici, per comprenderli destrutturarli e crearne dei nuovi adatti all’interpretazione del presente del “qui ed ora”, con uno spirito di libertà molto caro ai nostri amici adolescenti.

Calendario
novembre 2017
Lun Mar Mer Giov Ven Sab Dom
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12

Categoria: GeneraleIncontro con il Metodo Feldenkrais e Simonetta Pinna

13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24

Categoria: Danza contemporaneaGenerAzioni

25

Categoria: Danza contemporaneaGenerAzioni

26

Categoria: Danza contemporaneaSeminario con Giuseppe Muscarello

27 28 29 30 1 2 3
Richiesta informazioni
youtube-logologo FB