Super_Abile V-EKODANZA Selene Centro Studi

EKODANZA Selene Centro Studi

Super_Abile V

SCHEDA ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

TITOLO DEL PROGETTO: Super-Abile V

SETTORE e AREA DI INTERVENTO: Area d’intervento: EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE – Attività artistiche (cinema, teatro fotografia e arti visive) Attività sportiva di carattere ludico o per disabili o finalizzata a processi di inclusione.

DURATA DEL PROGETTO: 12 Mesi

OBIETTIVI DEL PROGETTO:

SUPERABILE

Aumentare la sensibilità verso le discipline motorie e creative per persone con diverse abilità. Potenziare l’offerta delle iniziative e dei corsi dedicati alle persone con disabilità e attività d’inclusione sociale. Creare iniziative eventi per aumentare la sensibilizzazione verso l’inclusione sociale utilizzando i linguaggi del corpo. Incremento del numero dei partecipanti ad eventi gratuiti di partiche motorie inclusive

ATTIVITÁ D'IMPIEGO DEGLI OPERATORI VOLONTARI:

Faranno parte del SUPERABILE-staff con i ruoli di assistente e animatore per gli utenti con disabilità durante lo svolgimento delle attività in programma. Saranno di sostegno attivo nella programmazione delle attività inclusive e nelle attività relative al punto informativo/segreteria con azioni di promozione delle attività dell’ENTE.

POSTI DISPONIBILI, SERVIZI OFFERTI E SEDI DI SVOLGIMENTO:

4 POSTI – NESSUN SERVIZIO AGGIUNTIVO – SEDE Via della Battaglia n°9/ (c/o Centro Sandro Pertini ingresso Via Pietro Gubellini n°7) Bologna

CONDIZIONI DI SERVIZIO ED ASPETTI ORGANIZZATIVI:

Numero totale di ore di servizio: 1145 su 5 giorni lavorativi

Disponibilità a spostamenti con mezzi dell’ENTE o mezzi pubblici le cui spese saranno rimborsate dall’ENTE. Gli spostamenti riguardano il raggiungimento delle zone della città dove svolgere le attività di promozione delle attività

promosse dall’ENTE con il presente Progetto, in occasione di iniziative e manifestazioni a cui prendono parte le persone con disabilità per animazione/assistenza. Flessibilità oraria: per la diretta partecipazione alle attività del progetto qualora si realizzano durante il fine settimana e nelle ore serali; per la partecipazione alle attività di sensibilizzazione e promozione del SCN (attività condivisa e congiunta con il COPRESC di Bologna) che potranno svolgersi anche il sabato e la domenica.

DESCRIZIONE DEI CRITERI DI SELEZIONE:

Condivisi in ambito Copresc:

Valorizzare gli aspetti motivazionali nella valutazione dei giovani, per offrire

una reale possibilità di inserimento anche ai giovani con minori opportunità,

se effettivamente motivati a svolgere l’esperienza di servizio civile.

A questo proposito si è dato un alto valore al punteggio attribuibile al colloquio

da cui è possibile valutare direttamente questi aspetti, rispetto ad un valore marginale attribuito ai titoli, alle esperienze precedenti e alle conoscenze aggiuntive.

Fattori di valutazione approfonditi durante il colloquio e loro intensità.

L’obiettivo della selezione è far parlare il candidato in modo da capire se ha chiaro cosa andrà a fare, cosa lo aspetta e soprattutto quali siano le sue motivazioni. Si dovrà comprendere inoltre il suo background, il suo contesto e che cosa l'occasione di svolgere un anno di Servizio Civile rappresenti nel suo contesto di vita e delle sue possibilità. Poi ci sarà una valutazione delle competenze professionali: acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali; e competenze relazionali: vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale e inclusivo occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport).

Sabato 5 Ottobre ore 15:00 INCONTRO DI PRESENTAZIONE del progetto presso la sede dell’ente.

EVENTUALI REQUISITI RICHIESTI: Nessuno

CARATTERISTICHE COMPETENZE ACQUISIBILI:

Competenze di Base

Autonomia nell’ uso dei mezzi informatici per: archiviazione documentale,

creazione e gestione di banche dati, elaborazione di materiale grafico

promozionale.

Competenze professionali e trasversali:

nelle attività di segreteria di una LFA (iscrizioni, spedizione di materiale informativo agli utenti iscritti nelle mailing list);

nella ricerca di bandi per finanziamenti e nell’attività di progettazione culturale e d’inclusione sociale

nelle attività di un punto informativo;

nelle attività di assistenza/ animazione di destinatari disabili

capacità di lavorare in gruppo, la capacità di gestire relazioni a diversi livelli, la

capacità di relazionarsi con diversi soggetti (persone con disabilità e loro famiglie,

con le associazioni assistenziali, con gli enti locali ecc), la capacità progettuale

(proposizione, elaborazione, redazione, realizzazione, ...)

FORMAZIONE SPECIFICA DEGLI OPERATORI VOLONTARI:

Modulo A. Accoglienza.

Presentazione dell’OLP, dei formatori specifici e del personale di servizio con le rispettive funzioni all’interno dell’Ente.

Socializzazione e conoscenza del gruppo di lavoro.

Mission di servizio.

Analisi del progetto.

Presentazione dettagliata del percorso formativo.

Motivazioni personali dell’apprendimento.

Modulo B. Organizzazione, Gestione e Promozione

L’organizzazione dell’ufficio

Tecniche di archiviazione cartacea ed informatica;

Creazione di una banca dati informatica

I programmi informatici gestionali dell’ENTE per la procedura delle iscrizioni

Preparazione di volantini, brochure e di altro materiale promozionale.

Aggiornamento siti web.

Raccolta ed analisi dati. Creazione di grafici.

Modulo C. La persona disabile

la definizione di disabilità

i diversi tipi di disabilità

elementi di psicologia della persona disabile

come relazionarsi con la persona disabile

come relazionarsi con la famiglia di una persona disabile

Modulo D: DANZABILITA’

la danza contemporanea, cenni storici. Principali tecniche.

la Danza di Comunità cos’è, cenni storici.

obiettivi educativi e caratteristiche come espressione artistica

Modulo E: Judo Adattato

Il Judo, cenni storici.

il Judo adattato cos’è, cenni storici

obiettivi educativi e caratteristiche come attività sportiva

Modulo F: INIZIATIVE DI ANIMAZIONE

Nozioni di animazione sociale inclusiva

Attività dei laboratori di creatività aperti alla comunità (uso dei materiali, attività corporee, giochi di ruolo, giochi di gruppo ecc.)

Elementi di fotografia e ripresa video.

Modulo G: “formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego degli operatori volontari

in progetti di servizio civile universale”

Il modulo sarà realizzato con la metodologia della Formazione a Distanza, utilizzando l’ambiente on line del sistema SELF della Regione Emilia-Romagna, avrà un valore formativo di 8 ore e tratterà i seguenti argomenti:

la sicurezza e la salute come valore nella normativa attuale

Introduzione alla valutazione dei rischi

organi di vigilanza, controllo, assistenza

rischi per la sicurezza e la salute

la valutazione dei rischi

cenni di comunicazione interpersonale in relazione al ruolo partecipativo

test finale di valutazione del Percorso formativo.

Il modulo relativo alla formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile” sarà erogato entro i primi 90 giorni dall’avvio del progetto.

Modulo H: Valorizzazione delle competenze

L’obiettivo del modulo è di orientare i volontari sulle possibilità di proseguire l’esperienza di cittadinanza in altri ambiti (volontariato, associazionismo, training internazionali, campi di lavoro ecc.) e di valorizzare le competenze acquisiste per un futuro inserimento professionale (cv europeo, linkedin, referenze degli enti, portali e bandi ecc.), con particolare attenzione agli strumenti di autovalutazione, come ad esempio il diario delle competenze, che saranno propedeutici al rilascio dell’attestazione finale delle competenze. Il modulo ha una durata di 4 ore e sarà condotto da un formatore accreditato. I principali argomenti riguardano: esempi ed esperienze di cittadinanza attiva; presentazione dei nuovi strumenti europei per la certificazione degli apprendimenti informarli (youth pass, europass ecc.); autovalutazione competenze acquisite; analisi di strumenti e canali per la ricerca attiva del lavoro.